Alarm: ossido d’idrogeno

Abbiamo intercettato un comunicato segreto della CIA, su una nuova ARMA UMANITARIA.

Top-Secret

Object: Nuova arma terroristica.

Nostri agenti segreti hanno decifrato, attraverso una lunga sequenza di intercettazioni telefoniche, la prossima minaccia terroristica.

A tutti i servizi, a tutte le agenzie di controspionaggio: l’ossido di idrogeno è un composto chimico incolore e inodore, conosciuto sin dall’antichità con vari nomi, fra cui acido idrico. La sua composizione molecolare è il radicale instabileidrogeno_fondo-magazine d’idrossido. Esposto al calore,  muta forma. La sua componente instabile è alla base della composizione di numerosi oggetti esplosivi usati da tutti i terroristi del mondo. La scheda d’uso dell’ Ossido di Idrogeno (DHM-O) è reperibile su internet, insieme al manuale di composizione e di smaltimento.

La pericolosità di tale nuova arma sta nel fatto che essa è facilmente reperibile in natura e che gli Stati non la classificano ancora come elemento pericoloso, infettivo o cancerogeno.

In realtà il DHM-O è un costituente di molte sostanze nocive, tossiche ed infettive. La sua manipolazione può renderlo letale per le popolazioni civile.

Alla domanda dei nostri esperti, il 90% degli intervistati ha risposto che sarebbero ben lieti di predisporre metodi più incisivi da parte degli Stati per controllarne l’uso e la diffusione.

Nelle società non informatizzate, il DHM-O non è storicamente considerato pericoloso. Se pur vero che per il suo controllo esistono nel mondo situazioni di guerra permanente, esso non viene menzionato nell’elenco dei composti chimici pericolosi.

L’uso e il controllo delle fonti di Ossido di Idrogeno, determinerà il controllo pieno delle risorse primarie della terra.

Pericoli a cui fare fronte in caso di attacchi terroristici su civili inermi.

Il contatto con dell’ossido, allo stato solido, provoca :

– alla velocità di 40KM/ora, lacerazioni multiple;

– alla temperatura di -1,  danni ai tessuti biologici;

– per periodi prolungati comporta danni mortali.

In caso di ingerimento  per periodi sino a 5 minutiprovoca  la morte.

L’uso come arma di distruzione di massa provoca:

– l’erosione del suolo;

– la corrosione dei metalli;

– la contaminazione dei carburanti;

– la paralisi dei componenti elettronici.

Si sottolinea l’importanza di predisporre da parte dei contro-servizi degli Stati nostri vassalli (pardon, alleati) adeguate contromosse in caso di uso di  DHMI-O, allo stato gassoso, perché esso determina ustioni gravissime, soprattutto per i bambini.

Nel ribadire l’atrocità terroristica e la ferocia indiscriminata sulle popolazioni civili, determinata dall’impiego di questa sostanza, si ricorda che l’ DHMI-O è alla base delle nuovi armi fuel-cell_fondo-magazineclimatiche ed è capace di scatenare uragani e cicloni devastanti.

Particolare attenzione deve essere dedicata al DHMI-O, soprattutto per il rifornimento di Centrali Nucleari.

Si ricorda, che il DHMI-O è stato usato sia nei campi di sterminio nazisti, piemontesi e comunisti. Anche se in forme arcaiche e non modificate.

Attenzione massima si dovrà prestare all’uso che di tale arma faranno le sette religiose e gli estremismi religiosi sparsi anche nell’occidente industrializzato.

Comunichiamo che il DHM-O è in uso nei nostri laboratori di ricerca specializzati, ma non possiamo escludere che attualmente ne siano in possesso anche le residue cellule terroristiche devote a Milosevic ed alcuni gruppi identitari dell’Italia del Sud.

Diramare urgentemente alle strutture sanitarie che l’eccesso di DHMI-O può determinare la morte dei civili in dialisi.

L’esposizione a grosse quantità è mortale.

I sintomi che portano alla sua individuazione sono:

– l’eccessiva sudorazione;

– l’alterazioni sodiche e calciche;

– sbalzi dell’ECD e dell’ICF nel sangue;

– minzione;

– vomito;

– sbalzi elettrolitici.

Il rilascio di DHM-O dagli occhi, è un sintomo importante di alterazione umorale.

Recenti studi hanno determinato che l’ossido di Idrogeno, se ingerito, comporta miglioramenti delle forze combattenti soprattutto nel lungo periodo. Esso agisce in particolar modo sui meccanismi nervosi.

Come per quasi tutte le armi letali, esistono gruppi di fanatici che si oppongono al controllo delle autorità competenti, in merito all’utilizzo ed alla somministrazione di tale sostanza.

Le relazioni scientifiche finali saranno comunicate dai nostri esperti nelle prossime sedute dell’ONU e del FMI.

Secondo le ipotesi più recenti, si ritiene che in tempi brevissimi, gli Stati e le organizzazioni sotto il nostro controllo otterranno il pieno controllo di TUTTE le fonti di quest’arma letale.

Per non pregiudicare l’economia ed aggravare ulteriormente la crisi finanziaria, si CONSIGLIA di affrontare questa sfida e di MONOPOLIZZARE E PRIVATIZZARE l’estrazione e la distribuzione dell’ DHM-O, per contrastare il terrorismo.

Nando Dicè
Lo scemo del villaggio globale

N.B. Avete capito cos’è l’ossido di idrogeno?

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks