Che brutte quelle svastiche. Ma anche le idee orrende non vanno punite…

(di Piero Sansonetti) – Che brutta storia questa delle bandiere nazi al Circo Massimo. Brutta tre volte e per tre ragioni diverse. Innanzitutto è brutto e triste pensare che ci siano ancora dei giovani che pensano che inneggiare al nazismo sia una bella cosa. Cioè che ignorano che il nazismo è stato il fenomeno più orrendo e abominevole – tra i tanti orrendi fenomeni – che la civiltà occidentale abbia prodotto nella sua storia. Poi è brutto sapere che in Italia esiste ancora il reato d’opinione, visto che quei giovani disgraziati che sventolavano il vessillo di Hitler sono stati denunciati per apologia di fascismo.

I reati di opinione sono tipici delle società autoritarie. Cosa aspettiamo ad abrogarli? C’è qualcuno che dice: ma il nazismo è uno schifo, non si può permettere che sia esaltato. Già, è sempre così. Sarebbe bene chiarire una volta per tutte che la tolleranza è la tolleranza: per tutto, specialmente per le cose che non ci piacciono, e soprattutto per quelle che ci fanno orrore. La tolleranza non è “indulgenza”, è semplicemente l’essenza della libertà. Si puniscono i fatti, non le idee, neanche le idee più infami.

E poi è brutta, questa storia, per la reazione scomposta di un consigliere del Pd di Roma che nella foga di utilizzare contro Alemanno, cioè contro il sindaco di centrodestra, la bravata del giovane nazistello, è riuscito a rilasciare una dissennata dichiarazione antisemita, accusando il sindaco di avere simpatie fasciste e di riequilibrale “maldestramente” assumendo ebrei. Questo consigliere, che si chiama Nanni, ha censurato il sindaco per avere assunto una cittadina di origine ebraica, dimostrando di avere nel suo subconscio, purtroppo, alcune idee simili a quelle del ragazzo nazista che condannava. Il tutto, è un po’ penoso, non vi sembra?

P.S. In teoria anche il consigliere del Pd Nanni ha violato la legge Mancino (cioè quella sul reato d’opinione di apologia di fascismo e di razzismo), ma per fortuna a nessun cretino è venuto in mente di denunciarlo per questo.

Piero Sansonetti
Altri online 

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks