Pesci. 20 febbraio – 19 marzo

Pesci: starai a tremà de paura, perché non te quadra niente de sto periodo, perché non te senti più sicuro e non sai davvero ‘ndo andà a parà, de chi fidatte, de chi te può dà ‘na mano sul serio. Non vedi futuro, te pensi che tanto la situazione non migliorerà mai. Te credi pure che er 21 Dicembre 2012 er mondo finirà davero come hanno detto i Maja. La gente ormai se te incontra, vestito de nero mentre te strappi i capelli perché non fai che ripete che semo tutti spacciati e che più prima che poi moriremo tutti, senza distinzioni, se tocca i cojoni. E cià ragione. Anche se sta cosa, a te te fa male ancora de più, perché te continui a ripete: lo vedi che ciò ragione? Se la gente se tocca i cojoni vorrà pure dì che me dà ragione e nun se augura de fa sta fine. Ennò, cazzo. Non ce siamo proprio. Ma quando la farai finita de amplificà quello che vedi e senti in giro? Quando arriverà er momento che te renderai conto che te sei te e l’altri so l’altri? A parte quando t’hanno licenziato, quando la donna o l’omo t’ha accannato, quando t’è morto er cane e quando non sai er gatto che fine ha fatto, a parte ste cosucce insomma, per il resto i problemi che te fai nun esistono, so frutto della tua immaginazione e der tuo subconscio, so frutto de st’insicurezza de merda.

.

.

.

 

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks