Montopoli. Il gioco del paese in default…

Vi hanno scippato i listini della Borsa? Lo spread minaccia i vostri bambini? Vi siete beccati la Bce e ora non vi sentite tanto bund? Non capite perché Bersani e Cicchitto governano insieme e credete che Mario Monti sia Umberto Bossi prima del coccolone? Niente paura: in largo anticipo sul Natale Gli Altri vi regala il Montopoli, il primo gioco da tavolo nell’era della crisi globale e delle larghe intese all’italiana. Un passatempo divertente per orientarvi nel labirinto della politica, dell’economia e della finanza, per vivere la recessione con spirito unitario, diventando amici dei mercati e impoverendo con sobrietà. Imparerete a diventare broker di voi stessi, salirete sulla cattedra della Bocconi come il professor Keating nell’Attimo Fuggente, parlerete col capo dello Stato, concupirete partiti e sindacati e vi farete beffe degli indignati che piazzano tende sotto i palazzi del potere. Coraggio, nostalgici della democrazia, mandate in soffitta i vecchi balocchi: riciclate dei dadi, delle pedine e un capitale di partenza e poi via, cimentatevi col Montopoli!

MONTOPOLI

IL GIOCO DA TAVOLO PER LE FAMIGLIE IN DEFAULT
Alessandro Antonelli

Scopo del gioco

Scopo del gioco è conquistarsi la simpatia dei mercati, buttandola in caciara. Vince il giocatore che avrà ridotto lo spread e mandato gli avversari in default

Regole

In un mercato finalmente libero dalle stravaganti idee della socialdemocrazia, di regole non ce ne sono. Tranne una: si tira il dado e partendo da Palazzo Chigi ci si sposta sulle caselle rigorosamente da sinistra a destra. Lungo il percorso vi capiterà di salire al Quirinale, di incassare la fiducia delle Camere, di privatizzare i servizi pubblici, di proporre riforme e di pescare le temutissime carte “imprevisti” e “probabilità”. Cederete o acquisterete buoni del tesoro, svenderete il patrimonio pubblico, taglierete pensioni, fingerete di mettere la patrimoniale, lusingherete il Pd, piazzerete ipoteche su Cisl e Uil. Il tutto con la massima sobrietà, evitando di passare sulle caselle degli indignados e di finire alle urne

Numero dei giocatori

Da due a sei

Età

Dai 58 agli 80 anni. Montopoli è un gioco per tutti, ma se siete professori della Bocconi è meglio

Le carte “Imprevisti”

  • Ereditate da una vecchia zia seimila btp
  • Che gran sederino! Avete vinto un ingresso per due nel cda di Banca Intesa
  • Oggi non è il vostro giorno fortunato. Cedete al giocatore alla vostra sinistra quattro eurobond
  • Il parlamento vi accorda la fiducia, lanciate di nuovo il dado
  • I bolscevichi propongono la Tobin tax, esportate tutti i capitali all’estero
  • Oh no, siete a rischio default. Privatizzate il servizio idrico
  • Il Pd vi manda un bigliettino d’amore. Ricompensatelo con due sottosegretari
  • Brutte notizie: Cicchitto ha organizzato una fronda e vi ha mandato in minoranza. Andate alle urne

Le carte “Probabilità”

  • È  il vostro compleanno. La Bce vi manda una lettera di auguri in cui si stabilisce in modo del tutto arbitrario quanti anni fate e come dovete festeggiare, nome e numero degli invitati alla festa, ingredienti della torta. Siate responsabili e fingete entusiasmo
  • Casini ha cambiato il vostro governo tecnico in governo di solidarietà nazionale, poi in governo di transizione, poi in governo di salute pubblica. Se vi piace di più “governo tecnico” tagliate le pensioni e introducete il quoziente familiare. Altrimenti lanciate di nuovo il dado
  • Salite al Quirinale e chiacchierate amabilmente con Napolitano. Datevi un’aggiustatina al nodo della cravatta nel salone degli specchi. Complimenti: il vostro spread si è ridotto di 50 punti
  • Angela Merkel vuole comprare altre quote del vostro debito sovrano, e poi forse invadere la Polonia. Rispondete: ja voll
  • Andate a Zuccotti Park. Solidarizzate con gli indignados davanti alle telecamere. Poi menategli
  • Il vostro pedone si ferma a Pomigliano. Spedite il delegato Fiom in Siberia a bordo della Nuova Panda. Accidenti: il costo della benzina vi costringe a una manovra correttiva
  • Scende la Borsa, ma che fa. Lanciate di nuovo il dado
  • La Bocconi vi ricorda che anche quest’anno siete di ruolo. Incassate 200mila euro

Privatizza tutto

Davvero l’acqua è un bene comune? Dimostrate che il pubblico spreca e fate un foro nell’acquedotto pugliese con la trivella che trovate in dotazione nella scatola. Saltate il referendum e avviate un gagliardo piano di privatizzazioni a tappeto. Solo così riuscirete a fare cassa e raggiungere il pareggio di bilancio prima dei vostri avversari.

Liberalizza tutto

Trasformate la lenzuolata di Bersani in un fantasioso corredo per lettoni a tre piazze. Aprite il settore dell’energia agli avvocati, gli studi legali ai turnisti dell’Enel, le farmacie agli idraulici e regalate una licenza taxi a vostro nipote per Natale. Non avrete risolto nessuno dei problemi del paese, ma avrete fatto girare l’economia così forte che ai vostri avversari verrà da vomitare

Costruisci la Tav

Recatevi in Val di Susa ed evitate i manifestanti fingendovi black bloc. Completate la Torino-Lione prima dei vostri avversari e provate il brivido della grande opera spendendo i soldi che avete appena guadagnato. Il momentaneo ammanco di cassa sarà compensato dall’orgoglio di agganciare la locomotiva Italia al grande treno dell’Europa. Napolitano vi dà una carezza

Patrimoniale

Rimettete l’Ici sulla prima casa e spacciatela per patrimoniale. Pronunciate ad alta voce la parola “equità”. Lascerete di stucco i vostri avversari mantenendo inalterati gli equilibri economici del paese e guadagnerete un editoriale di elogio di Panebianco sul Corriere della Sera

Le elezioni

Caspiterina, non avete più la maggioranza. Saltate un giro e recatevi al Colle per chiedere un nuovo mandato. Se avete giocato già tre volte il jolly “larghe intese”, restate fermi due turni. Napolitano vi tirerà fuori dalle urne e ripartirete da Palazzo Chigi
.

Larghe intese

È il jolly di Montopoli. Potete usarlo al massimo tre volte quando capitate sulle proprietà di Terzo Polo, Pd e Pdl, adducendo scuse riguardo alla situazione di grave emergenza dei vostri conti. Stringete la mano ai vostri avversari e riportate il pedone sulla casella di partenza


Alessandro Antonelli

.

.

.


 



 

 

 

 

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks