Berlusconi ripensa alla vicenda fasciocomunista di Latina e scrive: “Della Vedova, fedele”

Con tutto quello cha ha da pensare il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nella seduta parlamentare di oggi, in cui si discuteva tutt’altro, ha trovato il modo di concentrare la sua attenzione sulla vicenda della lista Pennacchi per Latina – Fli. Mentre era in corso il dibattito, è stato sorpreso a stendere questa nota che riportiamo in foto

Il testo, (insieme alla fotografia, diffusa dal Corriere della Sera, vedi QUI]  così recita:

«Fli allo 0,9% a Latina (!!), città storicamente di destra. Della Vedova è rimasto fedele, ma gli elettori del Pdl…». Non si conosce il destinatario del biglietto.

Dal dato, insieme, evidentemente, alla rilevanza che per il premier ancora ha quella vicenda, a oltre un mese dalla sua conclusione, emerge il quesito su quale ruolo abbia avuto l’on. Benedetto Della Vedova, in quota Futuro e Libertà, nell’insuccesso elettorale, e sottolineo elettorale, di quella operazione fasciocomunista.

A chi l’onorevole Della Vedova è rimasto fedele? Quel “ma” subito dopo la virgola, lascerebbe intendere che un eventuale tentativo di servirsene per far abortire l’esperimento non sia andato a buon fine con lui (ma, con altri, sicuramente sì…). Quel che appare certo è che si sia provato in tutti i modi a stroncare quell’esperienza.

In ogni caso, saremmo veramente molto grati all’ on.le Della Vedova se volesse offrirci spiegazioni in merito.

miro renzaglia

.

.

.

 

 

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks