Cecchini colpisce ancora. Le Naiadi tricolori

Nuovo blitz futurista di Graziano Cecchini oggi, 5 maggio, a Roma. Questa volta a essere tinta di tricolore, bianco rosso e verde,  è stata la Vasca delle Naiadi, in piazza della Repubblica. Quello che segue è il Manifesto dell’Opera, con le immagini dell’art performing.

La redazione

.

LIBERTÀ – CULTURA – ARTE – ACQUA – LAVORO – FUTURO

 

Libertà, Cultura, Arte, Acqua, Lavoro, Futuro.

Per noi sono questioni sufficienti per entrare in azione e per urlare Io NON ci sto!

Io non ci credo più alle vostre manifestazioni retoriche di festeggiamento di un 150esimo non suffragato dall’impegno sociale verso quel popolo che ha fatto e fa l’Italia ogni giorno!

Io non ci sto!

La cultura, l’arte, la libertà e il futuro ci vengono portati via, a volte con la forza, a volte con abilità, altre volte se ne vanno senza che noi ce ne accorgiamo,. La nostra vergogna maggiore è perdere tempo a causa della nostra negligenza della nostra disattenzione!

…Perché diciamocelo: dopo 15o anni il nostro è un popolo in ginocchio! Un popolo che per sopravvivere è costretto a chiudere gli occhi e tentare di andare avanti come meglio può.

Come CarboneriaFuturista ripartiamo da Roma e ribattiamo al sindaco che, con un coraggio fatto di privilegi e scarsa conoscenza dei movimenti artistici dello scorso millennio, scrisse su un catalogo d’arte (in occasione della mostra Dada e Surrealismo in risposta al manifesto Dada firmato da Tzara):

Roma risponde con il suo fulgore eterno, con una serie di immagini di bellezza assoluta….”.

Ma cosa dice? Il nostro “primo cittadino” è diventato così miope da non vedere che Roma gli è ormai sfuggita di mano da tempo?

Ma cosa pensa? Che noi cittadini non vediamo lo spreco e l’inefficienza che ha tagliato le gambe alla città più bella del mondo?

Avete fatto morire la bellezza di Roma! E’ questo l’unico assoluto di cui si può parlare!

Lo stesso Tzara gli risponderebbe “l’opera d’arte non deve rappresentare la bellezza… che è morta”.

Dovreste semplicemente ammettere che NONOSTANTE VOI Roma è ancora bella!

Avete fatto morire la bellezza di una Roma che invano tenta di resistere alle vostre incapacità e NOI oggi, in una delle più importanti piazze di questa città, proponiamo una nuova immagine.

Una immagine che denuncia la pochezza della vostra politica, dove è importante solo il dire, il promettere, e l’apparire.

Una immagine che denuncia il vostro succhiare tutto dalle potenzialità del nostro territorio e della nostra cultura senza nulla dare in cambio.

Una immagine che denuncia il vostro privatizzare e il vostro vendere e comprare a discapito di ogni singolo individuo che non fa parte della cricca del potere.

Una immagine che denuncia lo stalking e il mobbing strisciante nel mondo dell’Arte e della Cultura, dove, solo in cambio di qualche “favore”, i soliti noti permettono agli artisti di emergere dalla folla degli “amici di”… Insomma, O CI STAI O NON ENTRI.

Ma Roma dice IO NON CI STO perché la cultura, così come l’acqua, è di TUTTI e DI TUTTI deve restare!

Graziano Cecchini

.

.

.

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks