Prima che il ghiaccio si sciolga…

Valérie Tasso

La casa era invasa dalla musica. Mentre stavo osservando Ingrid, la ragazza irlandese che aveva cominciato a praticare una fellatio a Guillermo, qualcuno mi afferrò delicatamente da dietro. La mano sul mio ventre e il membro duro che si appoggiava alle mie natiche. Mi voltai e, senza guardarlo in faccia, slacciai il bottone dei suoi pantaloni e abbassai un po’  la cerniera fino a vedere il glande che lottava per uscire dalle mutande troppo strette. Il suo respiro si stava facendo più affannoso, inclinai la testa sistemando i capelli sul lato sinistro. Rimasi ferma per qualche secondo a cinque centimetri dal suo glande violaceo. Con un gesto impedii che mi afferrasse la testa con una mano. – «Mettiti il preservativo e siediti sul divano» – gli dissi. Mentre ubbidiva, presi due cubetti di ghiaccio dal bicchiere di whisky che mi aveva appena servito il padrone di casa. Li infilai sotto i suoi piedi. Strinse i denti in un grido soffocato. – «Prima che si siano sciolti, sarai venuto» – gli sussurrai in un orecchio. – «E tutto sarà finito per te…». – Ancora vestita, mi misi a quattro zampe di fronte a lui e appoggiai la punta della lingua sul frenulo del prepuzio. Ingrid, da dietro e prona, lottava per sbottonarmi i pantaloni. Guillermo la penetrava ripetutamente con foga guerresca… In quell’incontro non ci furono differenze di desiderio, non ci furono né uomini né donne, anche se solo per un attimo, per l’attimo che durò quell’incontro…

da: Antimanuale del sesso

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks