E te lo chiedi pure?

Dopo che l’Italia pareggia 1-1 con la Romania ti puoi chiedere tante cose. Te le chiedi soprattutto se hai perso la prima partita 3-0 contro l’Olanda, e sei ultimo insieme alla Francia nel girone di eliminazione, a un punto. Ti chiedi: è possibile che Francia e Italia, le finaliste dei mondiali 2006 in Germania, oggi rischiano di uscire dall’europeo?

Ti chiedi molte cose guardando l’Italia, soprattutto, perché poi della Francia poco ti interessa (interessante è solo il fatto che con loro si deciderà la nostra permanenza agli europei, sempre che Olanda e Romania non si esercitino nel famoso sport, chiamato “biscotto”).

Ti chiedi: ma perché viene messo ad allenare la nazionale un Donadoni, che come esperienza da tecnico ha solo un buona stagione al Lecco (manco al Lecce, al Lecco!), un esonero dal Genoa e l’unica nota veramente positiva l’ha vissuta solo a Livorno, venendo anche lì esonerato peraltro?

Ti chiedi: sarà colpa della Nutella se Toni non segna neanche se lo gonfi come una zampogna, mentre in Germania è stato capocannoniere? Avranno avuto forse ragione gli oranghi di Greenpeace che dicevano che la Nutella disbosca le foreste per prendersi l’olio di palma? Adesso vedrai che porta sfiga il
fatto che l’Italia si mangia la Nutella che uccide gli orango.

Ti chiedi: è forse colpa delle donne che sono lì vicino agli azzurri, mogli e fidanzate, che disturbano la loro quiete? Posso anche capirlo Toni, con quel pezzo di modella con cui è unito, posso capire tutti. Magari anche Zambrotta, che compie un errore così grossolano, avrà una donna bellissima al suo fianco. Però, che
cribbio! Allora non è vero che fare l’amore fa bene prima dello sport. Non va bene per niente.

Ti chiedi: ma non è che ti vogliono buttare fuori dall’europeo? Alla fin fine, con l’Olanda Panucci stava morendo fuori dal campo (35 anni e non sentirli, se non segna lui non segna nessuno) e ti dicono che tiene in gioco un attaccante. Con la Romania ti annullano un gol e ti danno un rigore inesistente, che se non ci fosse Buffon martedì staremmo tutti quanti a giocare a calcetto.

httpv://www.youtube.com/watch?v=gBgSHLL142M
(La favolosa telecronaca di S.Bagni a Svezia-Italia)

Ti chiedi: Donadoni, quanto ci vuole a capire che deve giocare Cassano? No, perché secondo me lo fanno apposta gli allenatori dell’Italia: prima era Baggio, con l’Italia intera che chiedeva di farlo giocare, oggi te lo chiedo io … fai giocare Cassano! Ti prego. E’ l’unico che ha talento, sfrontatezza, sorriso mentre gioca. Ha i numeri. Ci hai messo una partita finita 3-0 per far giocare Grosso e De Rossi (e anche Del Piero)… non vorrai uscire dall’europeo per capire che puoi mettere Cassano dal primo minuto?

Perché poi vedendo questo europeo, non ci sono squadre veramente eccezionali. C’è il Portogallo che non ha però un girone di ferro, e poi c’è la Spagna magari che ha vinto anche con la Svezia. Ma non ci sono squadre eccezionali, veramente.

Però una squadra differente c’è, ed è anche una sorpresa. Si chiama Croazia che passa direttamente il girone grazie a due vittorie consecutive (dopo aver distrutto anche la Germania, che rischia di fare la nostra stessa fine). E poi c’è una novità in questa squadra: si dice che il mister, Slaven Bilic (nella foto a sinistra) faccia ascoltare ai suoi giocatori la musica rock, dura e anti-sistema di un gruppo nazionalista croato.

Le solite accuse di fascismo e nazismo, ma bisogna dire che la Croazia gioca e vince.

A questo punto. Oltre al politicamente corretto. Che gli facciamo sentire agli azzurri per farli vincere?

Sono sicuro che qualcuno ha indovinato quello che ho in mente.

Il primo che indovina gli pago una birra (giuro!)

Simone Migliorato

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks