Reo Silvio Quater

Sia chiaro, non è per incensare il nuovo governo.
E non è nemmeno per seppellire il cadavere politico di Prodi:
almeno a questo c’ha pensato da solo!

Fatto gli è che degli impiegati presso il Consolato italiano of Usa,
qualunque siano le liste di appartenenza, francamente me ne frego…

Pertanto, dal punto di osservazione super partes
che l’invidiabile condizione di menefreghista
in servizio permanente effettivo mi consente,
posso permettermi di guardare e commentare
fatti e avvenimenti con occhio e lingua liberi.

Ora, il mio occhio mi fa notare che
ha fatto di più il
Berlusconi quater in meno
di trenta giorni, che la precedente accozzaglia di inetti a tutto in due anni…

E la mia lingua commenta: nel merito – va da sé – tutto è discutibile…

  • Non piace il pacchetto sicurezza?
  • o l’abolizione dell’Ici sulla prima casa?
  • o gli statali che restano fuori dall’esenzione di gabella sugli straordinari?
  • o la riduzione dei tassi sui mutui bancari?
  • o l’ipotesi che l’esercito sia inviato a presidiare le otto nuove discariche in progetto per risolvere l’emergenza rifiuti?
  • o il progetto di costruire centrali nucleari di nuova gerazione?

Legittimo contestare, perché no?

Ma, vivaddio, almeno si ha da discutere su atti e fatti e NON sulle omissioni

Come, invece, ci ha, volenti o nolenti, imposto fare il signorino qui sopra in posa plastica, durante il biennio grigioarcobaleno.

Dove abbiamo potuto esercitare il nostro senso critico, per esempio:

  • sul blocco degli autotrasportatori che ha paralizzato l’Italia per tre giorni, a causa di un accordo sul contratto, rinviato fino alle inevitabili conseguenze (omissione d’ufficio);
  • sulla montagna di monnezza precipitata in testa ai napoletani (omissione amministrativa);
  • sull’ipotesi di imputazione di terrorismo ai manifestanti scesi in piazza per protestare contro l’omicidio a sangue freddo e mano poliziotta di Gabriele Sandri (omissione di indagine contro l’assicuratore armato Spaccarotelle, con l’aggravante del depistaggio in suo favore tanto che oggi, non solo è libero ma, addirittura, è stato pure riammesso in servizio…);
  • o sull’eccezionale avvitamento in alto dei prezzi tutti (omissione di soccorso…).

Eh, sì: non era un bel ragionare quello sugli atti mancati dei piantatori di olivi secchi, “digiamogelo”. E “digiamogelo” pure “democraticamente, va: almeno una volta…

Sul resto di questi giorni:

dalle escandescenze di ministri e ministresse spagnoli per la nuova regolamentazione italiana sull’immigrazione, clandestina o no (da che pulpito, la predica: loro che con Zapatero hanno incrementato le espulsioni dei migranti di un +40% rispetto al governo Aznar…), al prestito statale salva-Alitalia di 300 milioni di euro, appena ratificato dal parlamento (ah! ma allora non è vero che lo stato non può intervenire nelle faccende del libero mercato, come sosteneva l’alta assise europea a nome e per conto degli interessi bancari: lo diceva, Reo Silvio che, invece, se pò fà… se pò fà…); sul resto – ripeto – e anche sul di più, vi lascio la parola

Discutete, discutete… Ma, mi raccomando:
…………………………………………………………..serenamente…
…………………………………………………………………….pacatamente…

miro renzaglia

Condividi
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks